Azioni

Il termine “Azioni” designa un titolo finanziario che rappresenta una quota di una società che, una volta acquistato, consente all’investitore di diventare a tutti gli effetti il socio della stessa azienda, in base alla quantità di quote possedute. Ecco il punto da cui partirà la nostra guida da cui capire come investire, se conviene e quanto si guadagna facendo trading in azioni.

Azioni: Cosa sono? Come investire in stocks? Guida completa a cura di Investireinborsa.net
Azioni: Cosa sono? Come investire in stocks? Guida completa a cura di InvestireinBorsa.net

Con l’avvento della tecnologia fare trading sulle azioni è diventata una pratica alla portata di tutti: ragione per cui, attualmente, è tra i metodi principali per investire in stocks. Tuttavia, il primo fattore da tenere bene a mente è sempre quello di avere una corretta conoscenza su tutte le dinamiche di questo settore. A nostro avviso, le prima abilità necessarie richiedono:

  1. La scelta di una valida, sicura ed affidabile piattaforma per azioni;
  2. La capacità di prestabilire degli obiettivi finanziari – sia sul breve che sul medio / lungo periodo che riflettano le proprie abilità e anche le proprie disponibilità economiche iniziali.

Ora, è arrivato il momento di entrare nel vivo di questa guida su come investire in azioni e di tentare di sdoganare alcune convinzioni, erronee e ormai superate, che mettono in ombra le opportunità relative alla scelta di investire in azioni facendo trading online.

Investire in azioni – Principali caratteristiche:

❓ Cosa sono?Quote di società
​🤔​Come iniziare?Scelta della Piattaforma di trading / Individuazione dei propri obiettivi finanziari
​🛠️​Strumenti per diminuire il rischioStop loss / Diversificazione / Trailling stop /
💶​Quanto investire?Iniziare con piccole somme (anche solo 50€)
🔥​Come imparare?Videocorsi azioni / Libri azioni
🧑‍💻​Livello di difficoltà trading azioniAdatto sia per principianti sia per esperti
🤝🏻​Conviene investire in azioni? – affidandosi ai migliori broker azioni
🔝Opinioni⭐​⭐​⭐​⭐​⭐​
Investire in azioni – introduzione all’argomento

Cosa vuol dire investire in azioni?

In primo luogo riteniamo opportuno spiegare il significato di investire in azioni, perché questo argomento porta con sé ancora molti dubbi tra gli investitori alle prime armi. Queste incertezze sono da ritenersi più che lecite, perché c’è ancora molto materiale online fatto di gerghi tecnici che mandano in tilt gli aspiranti trader in cerca di informazioni relative alle migliori soluzioni per investire in azioni oggi.

Investire in azioni, quindi, implica l’acquisto di una o più parti di una determinata società che mette a disposizione le proprie quote all’investitore interessato ad essa. Quindi, le imprese quotate in Borsa suddividono il loro numero di azioni in modo che qualsiasi trader possa acquisire una quantità di titoli sul mercato di riferimento in cui l’azienda è presente.

Come accennato, il trader diventa azionista dell’azienda in base alla percentuale di titoli posseduti, ed inizia a fare trading azioni sulla compagnia perché crede nel miglioramento e nella crescita di essa. Viceversa, quando il trader pensa che la società possa diminuire il proprio valore deve iniziare un processo di cessione delle proprie quote, per evitare di incorrere in perdite a causa della diminuzione di valore delle possedute.

In secondo luogo il trader che possiede le quote, ha l’occasione di beneficiare di alcuni diritti molto interessanti che spiegheremo successivamente. Proseguiamo la nostra guida facendo chiarezza su un altro tema molto importante, ovvero la differenza tra azioni ed obbligazioni e qual è l’asset a cui puntare.

Azioni Vs obbligazioni: qual è l’asset a cui puntare? 

Possedere un bagaglio conoscitivo puntuale e vasto, in questo ambito, è fondamentale per conseguire i propri scopi ed ottenere il meglio dai propri investimenti in azioni. Per questa ragione, abbiamo deciso di fare chiarezza su un dubbio ancora abbastanza comune: qual è la differenza tra azioni e obbligazioni?

Le azioni sono parti di un’azienda che ha deciso di metterle a disposizione degli investitori. Il trader diventa socio di essa e guadagna o perde denaro in base al valore dell’azione posseduta. Le obbligazioni sono molto differenti. In breve si tratta di un titolo di credito che il trader acquisisce per fare da prestito all’azienda. In questo caso la società ha l’obbligo di restituire all’investitore la somma di denaro ricevuta alla data di scadenza concordata con il creditore.

Queste due tipologie di asset presentano, rispettivamente, dei vantaggi e degli svantaggi che abbiamo riassunto nella tabella sottostante:

  📚​Tipologia⬆️​ Vantaggi ⬇️ Svantaggi
AzioniRendimento più alto / Alta volatilità / Possibilità diventare soci / Dividendi / Scadenza indeterminata
Rischi maggiori
ObbligazioniRendimento anche senza utili della società / Rimborso capitaleBassa volatilità / Rischio default società /  Scadenza determinata
Azioni vs Obbligazioni

Come vediamo c’è molta differenza tra azioni ed obbligazioni sia in termini di guadagno, sia per quanto riguarda le possibili perdite. Come scritto nella presentazione, le obbligazioni sono più sicure perché prevedono la restituzione a scadenza del capitale investito, ma ne deriva che offrono solitamente anche un rendimento più contenuto.

Con le azioni il trader ha il diritto ai dividendi (se la società li distribuisce) e può cedere l’azione presente nel proprio portafoglio in qualsiasi momento, a differenza delle obbligazioni. In conclusione, possiamo sintetizzare che con le azioni si diventa un socio dell’azienda, mentre con gli investimenti in obbligazioni il trader è il creditore della società.

Come funzionano le azioni?

Entriamo in profondità e spieghiamo in maniera semplice il funzionamento delle azioni, vale a dire il meccanismo che permette di aumentare o diminuire il valore di esse. Iniziamo col dire che i titoli vengono negoziati nelle borse di tutto il mondo tramite intermediari che permettono di scambiare questi asset in differenti orari. 

azioni - come funzionano?
Investire in stocks: come funzionano le azioni?

Ogni azione ha un proprio valore che viene modificato in base ad un fattore che incide qualsiasi mercato finanziario: la richiesta di acquisto del titolo (domanda di mercato). Il trader che è interessato a fare investimenti su un titolo, presenterà una richiesta di acquisizione con un valore superiore dell’azione, e di conseguenza farà aumentare il valore di essa. D’altro canto in una situazione dove ci sono molte domande di cessione del titolo ad un prezzo inferiore, si verificherà la diminuzione del valore dell’azione in questione.

Chiaramente, a determinare questo tipo di richieste da parte dei trader interessati ad un titolo, è l’andamento economico finanziario della società. Pertanto, le informazioni riguardanti le varie aziende, sono il perno dei mercati azionari di tutto il mondo.

Le comunicazioni riguardanti le compagnie quotate possono essere una lama a doppio taglio, perché a volte portano con sé dei rischi nascosti. Vediamo nel paragrafo successivo come valutare i rischi del mercato azionario.  

Come valutare il rischio azionario?

Come premessa è fondamentale sapere che non esistono azioni con un livello di rischio pari a zero. Detto questo, conoscere e valutare il rischio azionario è molto importante perché aiuta a limitare le perdite dovute ai molteplici fattori che determinano l’andamento del mercato. Infatti, sono molteplici gli elementi che incidono sul valore di un’azione, perciò consigliamo di adottare delle tecniche di investimento sulle azioni che aiutano a valutare i rischi e di conseguenza a diminuire le perdite.

Oggigiorno, sono numerosi le strategie di gestione del rischio su azioni che vengono utilizzate dai trader di tutto il mondo, vediamo quali sono le più efficaci:

  • Stop loss;
  • Diversificazione dei titoli azionari;
  • Trading a lungo termine;
  • Trailling stop.

Applicare gli Stop loss significa stabilire un prezzo all’azione posseduta in modo che quando essa subirà un calo e arriverà al prezzo fissato, verrà automaticamente ceduta facendo evitare al possessore ulteriori perdite. In più, ogni trader di successo adotta strategie di diversificazione degli investimenti dei titoli azionari per abbassare il livello di rischio e bilanciare le perdite con i guadagni delle altre posizioni aperte.

Infine, il Trailling stop è un tipo di ordine che segue gli andamenti di mercato. Quando c’è un’inversione di tendenza nell’andamento di una posizione, questo strumento chiude l’operazione e mettendo al sicuro il profitto.

Come investire in azioni? Principali metodi e soluzioni 

Attualmente, sono numerosi i metodi per fare trading sulle stock (azioni), ma è molto importante essere a conoscenza di tutte le condizioni che questi sistemi offrono agli investitori. Il team di esperti di InvestireinBorsa.net  ha analizzato quelli che sono i metodi utilizzati e ha messo in evidenza le migliori soluzioni confrontandoli tra loro. Abbiamo spulciato tra le varie Società di Intermediazione Mobiliare (SIM), i tradizionali istituti bancari e l’innovativo sistema di trading online per capire quali sono le modalità più convenienti per investire azioni.

Tabella riassuntiva caratteristiche metodi per investire in stock:

🔧​Metodi per investire stock❌​Svantaggi✅Vantaggi
SIMCosti elevati / Guadagni lentiPossibilità sostituto d’imposta
Istituti bancariCosti eccessivi / Zero supporto / Zero autonomiaSede fisica su cui riferirsi
Trading onlineTruffe con broker senza licenzeZero commissioni-Investimenti con piccole somme-Licenze sulla sicurezza
Come investire in azioni

Come vediamo dallo schema, le spese da affrontare quando ci si affida alle banche o alle Società di Intermediazione Mobiliare sono molto elevate. Per chi non conoscesse ancora l’importanza dei costi e delle commissioni durante le operazioni sulle azioni, è bene iniziare a comprendere che queste potrebbero influire di molto su un’operazione sia nel caso di guadagno, sia quando la contrattazione è andata male.

L’altro grande punto negativo nel fare investimento con i classici metodi come le banche e le SIM, è la carenza di supporto tecnico una volta aperta l’operazione di investimento. È consueto sentire lamentele da parte di trader che non hanno la possibilità di chiarire i dubbi oppure di fare domande specifiche riguardanti le proprie posizioni.  

Inoltre, avere la possibilità di agire in qualsiasi momento della giornata è una caratteristica che solo il trading online può garantire. Troviamo le due tipologie di investimento pressoché obsolete se paragonate con il trading online, soprattutto in un’era come questa dove la tecnologia sta trasformando il trading azioni alla portata di tutti.

Come iniziare ad investire in azioni: i vantaggi del trading online

Iniziare ad investire in azioni è semplice se si utilizza il sistema che ha rivoluzionato il mondo degli investimenti: stiamo parlando del trading online. Questo sistema innovativo ha trasformato una pratica che, fino a qualche anno fa, era impiegata solo dagli addetti del settore, mentre oggi è accessibile a chiunque. Infatti, con il trading online è possibile fare investimenti sul mercato azionario partendo da somme minime senza dover affrontare spese di apertura conto o di gestione.

Investire in azioni facendo trading significa:

  1. Zero costi fissi e commissioni di trading sostenibili;
  2. Zero spese gestione conto;
  3. Supporto 24H;
  4. Strumenti finanziari innovativi;
  5. Trading automatico;
  6. Conto demo gratuito;
  7. Possibilità di investire piccole somme;
  8. Formazione trader gratuita;
  9. Trading CFD su azioni;
  10. Trading DMA su azioni.

Basta dare uno sguardo a questo elenco per capire subito la grande differenza nel fare trading online su azioni e tramite le SIM o le banche. Dopo aver descritto quanto sia facile aprire un conto e iniziare a fare trading azioni investendo piccole somme, vogliamo evidenziare la grande opportunità di fare pratica con le piattaforme di trading online partendo da un conto demo. 

Il conto demo è lo strumento che più di tutti aiuta a capire tutti gli strumenti finanziari senza avere lo stress di perdere il proprio denaro. Ogni conto demo dispone di una somma di denaro virtuale che viene utilizzata per negoziare le azioni di tutto il mondo. Durante le fasi di pratica è possibile consultare le sezioni didattiche che le piattaforme di trading online mettono a disposizione ai propri iscritti, come nel caso dell’area formativa gratuita disponibile su Capital.com.

Ma come investire in azioni con il trading online? Ecco le due principali soluzioni possibili che, come vedremo a breve, richiedono l’impostazione di strategie di trading differenti, basate preferibilmente su obiettivi di breve o lungo termine:

Trading azioni con CFD

La modalità CFD (Contratti per differenza) sulle azioni è un metodo che permette di beneficiare di vantaggi veramente interessanti. Si tratta di acquistare o vendere delle azioni senza possederle realmente. In questo modo il trader può scegliere di guadagnare sia quando il proprio titolo aumenterà di valore, sia quando diminuirà, speculando sulle variazioni di prezzo di un’azione. I CFD sono prodotti derivati che apportano vantaggi considerevoli, ma anche dei svantaggi da non sottovalutare.

Un altro vantaggio del trading azioni con i Contratti per Differenza è quello di non dover pagare l’imposta di bollo, tantomeno dei costi fissi che possono limitare le proprie operazioni. Infatti, una delle caratteristiche che hanno sancito la popolarità degli investimenti in azioni facendo CFD trading riguarda le commissioni agevoli, contenute e variabili proposte dai migliori broker in circolazione.

Inoltre, i CFD non hanno una data di scadenza perciò ogni posizione verrà chiusa inserendo un ordine opposto utilizzato per la sua apertura. Alla luce di queste caratteristiche possiamo classificare i CFD su azioni come uno strumento finanziario flessibile e vantaggioso per fare investimenti sul mercato azionario. 

Trading azioni con DMA

Fare trading su azioni con i DMA (Accesso diretto al mercato) è un ottimo metodo per chi è interessato alle azioni che distribuiscono dividendo come Apple, Poste Italiane ed Eni; giusto per citarne alcune. A differenza dei CFD, l’accesso diretto al mercato offre la possibilità di guadagnare solo quando il titolo aumenta il proprio valore. 

Il grande vantaggio dei DMA su azioni è quello di non doversi preoccupare dei costi overnight, ovvero spese applicate sulle posizioni aperte dopo le ore 23:00 di ogni giornata di trading. Questo particolare rende i DMA molto convenienti quando si ha l’intenzione di adottare strategie di investimento di lungo periodo.

In secondo luogo anche gli spread applicati su questa tipologia di investimento sono inferiori rispetto ai contratti per differenza (CFD). Tuttavia, è chiaro che si tratta di un’opzione che può risultare profittevole esclusivamente per coloro interessati ad investire in azioni sul lungo termine.

A questo proposito, potrebbe interessarvi scoprire la proposta sulle Real Stocks eToro: facendo trading DMA su azioni estere selezionate, potrete investire a zero commissioni.

Dove fare trading azioni

Ora che abbiamo fornito le prime indicazioni chiave su come iniziare a fare trading online sulle azioni, è giunto il momento di capire quali sono le migliori piattaforme di trading per fare investimenti ed iniziare a beneficiare dei numerosi vantaggi che vengono offerti agli iscritti.

La redazione di InvestireinBorsa.net  ha selezionato esclusivamente i migliori servizi disponibili per il trading su azioni perché il panorama finanziario offre un’ampia scelta di broker, ma non tutti sono affidabili.  Ecco l’elenco comprensivo delle TOP piattaforme per investire in azioni:

eToro

  1. Copia trader migliori
  2. Staking criptovalute
  3. Smart Portfolios

Con eToro puoi copiare le posizioni dei migliori trader, investire in portafogli intelligenti ed ottenere auto-ricompense.

Inizia ora

Capital.com

  1. Intelligenza Artificiale
  2. MT4 & TradingView
  3. Segnali Trading Central

Capital.com è il broker ideale per fare trading intelligente ed investire automaticamente su oltre 4.000+ assets.

Inizia ora

FP Markets

  1. Social Trading
  2. BOT e Trading Automatico
  3. Spread da 0 pips

FP Markets è il broker ideale per chi vuole fare trading algoritmico, avere spreads bassi e fare trading con BOT.

Inizia ora

IQ Option

  1. Deposito soli 10€
  2. Trade minimo da 1€
  3. Indicatori analisi automatici
 

IQ Option è ideale per chi vuole iniziare il trading con piccolissime somme. Piattaforma veloce ed intuitiva in perfetto stile "gaming".

Inizia ora

Trade.com

  1. Segnali Trading
  2. MetaTrader 4 / 5
  3. Corsi personalizzati

Trade.com piattaforma perfetta per formazione gratis, segnali trading e auto-trading con MetaTrader.

Inizia ora

I criteri con cui sono state scelte queste piattaforme sono fondamentali per poter giudicare un broker finanziario, ovvero: 

  • Affidabilità;
  • Listino azioni;
  • Conto demo;
  • Servizi offerti;
  • Servizio clienti;
  • Sezione formativa.

Nei paragrafi successivi descriveremo le proposte delle singole piattaforme qui menzionate, in modo che chiunque possa trovare la giusta soluzione per fare trading stocks in base al proprio profilo da trader.

Trading su azioni con eToro

La prima piattaforma consigliata per investire in azioni è eToro (qui il sito ufficiale) la cui fama è preceduta dalla reputazione ormai consolidata nel settore e dalla presenza di autorizzazioni internazionali rilasciate da enti come CySEC, CONSOB e ASIC.

investire in azioni con eToro
Investire in azioni con il broker eToro

Il grande successo della piattaforma eToro è anche dovuto ai numerosi servizi e agli strumenti finanziari che questo broker offre ai propri clienti in maniera completamente gratuita. Un esempio pratico è dato dal Copy Trading (disponibile qui gratuitamente): uno strumento per seguire i Top Investors di eToro, consapevoli che la piattaforma replicherà i risultati da loro ottenuti automaticamente sul proprio conto.

Oltre alla grande facilità di utilizzo, vogliamo segnalare l’ampia scelta di titoli azionari presenti sulla piattaforma digitale eToro, stiamo parlando di oltre 2.000 asset distribuiti in ben 17 borse. Il broker offre la possibilità di investire in frazioni di azioni, una particolare che non tutti gli intermediari possono garantire.

Nello specifico, con eToro si potrà:

  1. Investire in azioni con CFD godendo di spread che partono da 0,09%;
  2. Approfittare dell’offerta sulle Real Stocks per investire in azioni reali a zero costi.

Trading su azioni: i servizi IQ Option

La seconda piattaforma di trading online che abbiamo preso come punto di riferimento per gli investimenti su azioni è quella proposta dal broker IQ Option (sito ufficiale cliccando qui)*.

investire in azioni con IQ Option
Investire in azioni con il broker IQ Option

Il broker IQ Option ha saputo sviluppare un‘interfaccia utente semplice ma allo stesso ricca di indicatori personalizzabili, in modo da soddisfare tutte le esigenze dei vari trader quando investono sui mercati azionari di tutto il mondo.

Dando un’occhiata al sito IQ Option è possibile trovare tutte le informazioni per scaricare l’app trading ufficiale del broker che permette di fare trading dal proprio device ovunque ci si trovi. L’applicazione ufficiale è gratuita e disponibile sia per gli utenti Android, sia per quelli con sistema operativo IOS, ed inoltre è possibile trovare numerose recensione su di essa negli Store prima di effettuare il download.

Tra i vantaggi di fare trading azioni con IQ Option sottolineiamo, oltre al deposito minimo richiesto di soli 50 euro, la possibilità di aprire un trade partendo da solo €1. A ciò, aggiungiamo anche l’opportunità di testare la piattaforma e le strategie da voler mettere in pratica con un conto reale, in modalità demo, gratuita ed esente da qualsiasi rischio. Per aprire un conto demo IQ Option, sarà sufficiente raggiungere questo indirizzo*.

DISCLAIMER*:I CFD sono strumenti complessi e il loro uso comporta un alto rischio di perdere denaro a causa del leverage. Il 77% dei trader retail perde denaro quando usa i CFD con questo provider. Prima di investire valuta il tuo grado di competenza nell’uso di CFD e se puoi permetterti il rischio di perdere il tuo capitale investito.

Trading su azioni: l’offerta FP Markets

L’offerta per fare trading stocks del broker FP Markets (sito ufficiale qui) offre la possibilità di negoziare più di 10.000 azioni sugli scambi globali. Dopo aver effettuato l’iscrizione sul sito ufficiale FP Markets è possibile iniziare a fare investimenti sulle azioni utilizzando la modalità Copy Trading; un sistema innovativo che aiuta i trader inesperti a seguire le strategie dei migliori investitori.

Investire in azioni con FP Markets
Investire in azioni con il broker FP Markets

Oltre alla piattaforma IRESS, il broker australiano FP Markets offre la possibilità di utilizzare le piattaforme digitali MetaTrader MT4 e MT5 (la nuova versione), un vantaggio per i trader che amano personalizzare gli strumenti presenti sulle differenti interfacce. Un broker che ha 15 anni di esperienza nel settore del trading e che ha ricevuto oltre 40 premi internazionali per i servizi offerti ai propri clienti. 

Gli spread applicati da FP Markets compaiono tra i più competitivi dell’intero settore. Siamo andati a verificare e possiamo dire che, per quanto riguarda i costi, il broker in questione si allinea con i migliori intermediari del trading sulle azioni. In ogni caso è possibile dare uno sguardo agli spread applicati visitando il sito ufficiale FP Markets, dove sono presenti nel dettaglio tutte le informazioni riguardanti questo tema.

Per finire, ricordiamo che anche in questo caso è possibile fare pratica con il conto demo gratis FP Markets per poi iniziare a fare investimenti reali partendo anche da una somma irrisoria di soli 100€.

Trading su azioni: cosa propone Trade.com

Abbiamo inserito il broker Trade.com in questo elenco delle migliori piattaforme di trading online, perché lo consideriamo il top per gli investimenti con i CFD sul mercato azionario. Il listino presente sulla piattaforma Trade.com (sito ufficiale qui), conta un elevato numero di azioni pubbliche globali più popolari.

investire in azioni con Trade.com
Investire in azioni con il broker Trade.com

Ogni iscritto alla piattaforma può avvalersi di una leva che arriva a 1:5 da utilizzare sui mercati europei, asiatici ed americani. Il broker Trade.com è tra i pochi che permette di effettuare investimenti PRE-IPO e di beneficiare di quote meno costose se confrontate con le società già quotate. 

Trade.com per migliorare il proprio livello di trading azioni offre ogni utente interessato può avvalersi del servizio Live Coach 1:1 Trade.com. Si tratta di un servizio di formazione individuale mirato per il singolo investitore. Ciò significa che ognuno potrà colmare le proprie lacune, migliorare le proprie competenze tecniche ed iniziare a formare un piano di trading adiacente ai propri scopi.

Infine, raggiungendo questo indirizzo si potrà aprire un conto dimostrativo gratuito Trade.com e verificare, in prima persona, quali sono gli strumenti più vantaggiosi per investire in azioni facendo trading online.

Trading su azioni con Capital.com

Il quinto broker che consigliamo di utilizzare è Capital.com (sito ufficiale qui), un intermediario che non applica nessuna commissione sulle operazioni con i CFD azioni e che, nel corso degli anni, è riuscito a consolidarsi tra i migliori broker per investire online.

Investire in azioni con Capital.com
Investire in azioni con il broker Capital.com

Con Capital.com l’iscritto può iniziare con un deposito minimo di soli 100€ per poi sfruttare una leva finanziaria che arriva a 5:1. Un altro grande vantaggio è quello di poter aprire 2 tipologie di account (Standard-Professional) che hanno caratteristiche specifiche, in modo da soddisfare anche i trader più esperti e dal portafoglio differente.

La grande versatilità del broker Capital.com è un altro punto di forza secondo i trader professionisti. Oltre ai tradizionali metodi di pagamento, segnaliamo i numerosi canali per poter fare le operazioni di prelievo e deposito (maggiori informazioni qui) tutti con un livello di sicurezza elevatissimo.

Infine, il fiore all’occhiello della piattaforma è sicuramente l’intelligenza artificiale (IA) che favorisce il trader ad avere un comportamento di investimento più efficiente correggendo gli errori fatti. Con questo metodo innovativo disponibile sulla piattaforma Capital.com è possibile diminuire il livello di rischio durante gli investimenti sulle azioni e di conseguenza limitare le perdite in caso di trading negativo.

Per testare in prima persona la qualità e la professionalità dei servizi proposti dalla piattaforma Capital.com, basterà aprire qui un conto dimostrativo gratuito.

Investire in azioni: terminologie da conoscere

Ora che è stata fatta chiarezza su quali sono le migliori piattaforme di trading online, è arrivato il momento di fare un pò di formazione su alcuni termini tecnici ricorrenti da dover conoscere quando si fa trading sui mercati azionari.

È impensabile tralasciare queste importanti informazioni se si vuole evitare di commettere errori superficiali durante la prima fase dei propri investimenti in azioni. Nei paragrafi successivi, pertanto, sono stati spiegati i significati di questi termini con un linguaggio semplice al fine di accompagnare i trader alle prime armi verso una comprensione immediata e chiara di tutti i tecnicismi a cui andrà incontro durante la propria attività finanziaria sui titoli azionari.

Asset

Nel mondo finanziario il termine asset fa riferimento a tutto quello che viene scambiato sui mercati finanziari. Il valore dell’asset viene determinato in base al bilancio annuale dell’azienda, e può subire aumenti o diminuzione del valore in base a differenti fattori.

Il trader decide di investire in un asset con l’obiettivo di ottenere un guadagni da esso. Oggigiorno esistono numerose tipologie di asset finanziari come obbligazioni, fondi di investimento, valute, materie prime e, appunto, le azioni.

Le strategie di investimento multi-asset, ad oggi, sono l’ideale per diversificare le proprie operazioni con lo scopo di diluire i rischi e massimizzare i profitti. Come è possibile investire su diversi asset? Molto semplice: è sufficiente approfittare di piattaforme come Capital.com, su cui sono disponibili per la negoziazione asset appartenenti ai principali mercati finanziari globali.

Aumento di capitale (Capital increase)

L’aumento di capitale è una fase che si verifica quando una società decide di modificare il proprio patrimonio. In questa situazione è possibile che ci sia un aumento di emissione di titoli oppure un aumento del valore dell’azione stessa.

L’aumento di capitale può essere a titolo gratuito, quando l’azienda consegna azioni senza chiedere denaro, oppure a pagamento quando la sottoscrizione di nuove azioni avviene sotto richiesta di un corrispettivo.

La leva finanziaria (Leverage)

Questo termine è tra i più utilizzati nel settore finanziario, stiamo parlando della leva finanziaria. Uno strumento che può dare grandi vantaggi se usato con criterio. Diciamo questo perché la leva è in grado di aumentare i guadagni in maniera consistente, ma anche di incrementare le perdite, purtroppo. Facciamo un esempio pratico per capire meglio come la leva finanziaria aiuta ad accrescere i profitti di un’operazione di trading su un titolo azionario.

Ipotizziamo di avere 1.000 € con una leva di 100:1. In questo caso il potenziale sarebbe di 100.000 € quindi si potrebbe arrivare a guadagnare fino a 100.000 €, ma in caso di operazione in perdita si può raggiungere un negativo dello stesso valore.

In parole semplici la leva è uno strumento che potenzia l’operazione, la cosa importante da conoscere è il livello di rischio di questo sistema per fare investimenti e, soprattutto, riuscire a comprendere quali sono le azioni più promettenti su cui investire sulla base di un’attenta e approfondita analisi di mercato.

I dividendi (Dividend)

Il dividendo, in breve, è la seconda forma di fare guadagni per un trader che investe sul mercato azionario. Ogni società che ha degli utili, può decidere di distribuirli a tutti gli investitori che possiedono le azioni della società in questione. La cosa da sapere è che non tutte le società elargiscono i dividendi perché preferiscono utilizzare gli utili per fare investimenti societari o altre operazioni rivolte alla crescita di essa.

I dividendi vengono Staccati” e distribuiti in date ben precise, che sono comunicate dalla società stessa. Per capire quanto sia il valore del dividendo ricevuto è necessario conoscere il numero di azioni possedute ed il valore del dividendo per azione (DPS) che la società ha deciso di concedere, dopodiché basta fare una semplice moltiplicazione tra questi valori.

Vendita allo scoperto (Short selling)

Vendere allo scoperto un titolo azionario significa cedere un asset che in realtà non lo si possiede. Il trader in questo caso compie questa operazione poiché prevede che il titolo in questione perderà di valore, per poi riacquistarlo in futuro ad un valore più conveniente e beneficiare dei profitti.

L’investitore riceverà l’utile dalla differenza tra il prezzo venduto ed il prezzo pagato per acquistare l’asset, che di conseguenza sarà più basso. Lo svantaggio da tenere in considerazione quando si ha intenzione di vendere allo scoperto un titolo sta nel fatto che se l’azione scelta dovesse salire, inevitabilmente si andranno ad affrontare perdite che possono essere anche ingenti.

Per vendere allo scoperto un titolo azionario sarà necessario adoperare dei broker di trading CFD: gli unici strumenti finanziari derivati che consentono di aprire delle posizioni sia al rialzo che al ribasso, aumentando le possibilità di chiudere in positivo.

Margine (Margin) 

Il margine è la differenza tra il prezzo di una posizione e i fondi dati al broker. Bisogna sapere che, sostanzialmente ci sono due tipi di margine: iniziale e di mantenimento.

Il margine iniziale è il valore richiesto per aprire una posizione, mentre quello di mantenimento è il margine che permette di continuare a tenerla aperta. Quando si fa trading ci potrebbe essere la possibilità di dover versare altro denaro in caso di perdite, perché il valore del margine iniziale potrebbe non essere più sufficiente per coprire la posizione. In questo caso il broker chiede al trader di coprire la posizione con altri fondi, ecco che perchè si chiama margine di mantenimento posizione.

Il vantaggio del margine nel trading azioni è che i guadagni sono calcolati sull’intera posizione, quindi con una strategia di diversificazione si possono  moltiplicare i profitti. Però, anche nel caso di perdite, il calcolo avviene sul totale dell’operazione e non solo sul valore del margine. 

Investire in azioni: fattori che influenzano il mercato azionario

Il mercato azionario è influenzato da numerosi fattori che cambiano l’andamento dei titoli presenti sia in modo positivo, sia in modo negativo. Al giorno d’oggi il trader che si affaccia in questo settore finanziario ha l’obbligo di essere a conoscenza di tutte le variabili che possono incidere su un titolo per beneficiare dei profitti, ma soprattutto per evitare brutte perdite in termini di denaro. 

Abbiamo accennato all’inizio di questo articolo che il principale fattore che determina il prezzo di un’azione è la proporzione tra domanda ed offerta di un asset. Quindi, in breve se la domanda supererà l’offerta il prezzo del titolo salirà, in caso contrario il valore dell’asset scenderà.

azioni - cosa influenza  il mercato?
Azioni: quali sono i fattori che influenzano il mercato azionario?

Questo comportamento degli investitori tra domanda ed offerta è chiamato fattore interno, ora però vogliamo parlare degli altri fattori esterni che influenzano il mercato azionario, vediamo quali sono:

  1. Andamento economico;
  2. Tassi di interesse;
  3. Scelte politiche;
  4. Settore immobiliare.

L’andamento economico di un Paese incide molto sul mercato azionario, infatti, i titoli possono subire cambiamenti in base al livello di inflazione. Nei casi di economie con un’inflazione elevata i mercati azionari hanno un trend negativo, soprattutto perché le banche centrali smettono di versare denaro liquido nell’economia dei vari Paesi. I tassi di interessi aiutano ad aumentare il valore dei titoli azionari perché il livello dei tassi influisce sui costi delle imprese quotate. 

Per quanto riguarda le scelte politiche è possibile che ci siano sul mercato azionario  flessioni negative e positive, ma non sempre le informazioni che circolano hanno un senso logico sul valore di un azione. Infatti, a volte una notizia esterna non ha grandi ripercussioni sul mercato azionario come ci si aspettava. 

I mercati azionari sono pieni di società che svolgono differenti attività nel settore immobiliare. Attuare strategie di diversificazione sul mercato azionario immobiliare è da sempre una pratica ritenuta molto proficua dai trader di tutto il mondo. Negli ultimi anni il mercato azionario riguardante le società immobiliari ha subito perdite importanti, in questo caso il trading con i CFD su questo settore è considerato un’opportunità per molti investitori.  

Cosa determina il prezzo di un’azione

Quando una società decide di quotarsi sul mercato azionario deve iniziare un’offerta pubblica chiamata IPO. Durante questo periodo si determina il prezzo di un’azione, che viene fissato in base alla domanda e all’offerta dei titoli della società stessa.  

Il valore dell’azione è generalmente deciso da una banca che viene nominata per capire al meglio il giusto prezzo dell’asset. Subito dopo la fase di offerta pubblica il valore dell’azione può subire aumenti o perdite in base a differenti aspetti che abbiamo elencato nel paragrafo precedente, ma anche da cambiamenti nella gestione della società. 

Solitamente un cambio di prezzo sull’azione avviene anche nel periodo di stacco del dividendo, tuttavia se il mercato è ottimista sul titolo si potrebbe verificare un aumento del prezzo che potrebbe essere maggiore dell’importo effettivo del valore del dividendo.

Investire in azioni 2022: qual è il sentiment di mercato?

Il sentiment di mercato è l’atteggiamento generale degli investitori riguardante un asset in particolare, oppure il mercato azionario nel suo complesso. Considerando il periodo storico in atto, abbiamo ritenuto opportuno offrire una visione attuale con riferimento al sentiment di mercato e alle previsioni sui settori di mercato probabilmente predisposti ad una crescita futura, nonostante le tensioni tra Russia ed Ucraina stiano avendo delle conseguenze negative sull’economica globale.

  Entrando nello specifico, bisogna chiarire che, come sempre nella storia dei mercati, ci sono dei titoli che hanno aumentato il proprio valore e altri che hanno subito perdite considerevoli. Tra i settori più performanti ci sono quello energetico, perché è risaputo che l’aumento del prezzo del gas naturale e dell’energia elettrica ha colpito i Paesi di mezzo mondo. 

In secondo luogo anche le materie prime hanno visto un aumento perché da sempre il sentiment degli investitori è quello di rifugiarsi in beni come oro e argento nei periodi di guerra e altre calamità del genere. L’altro settore che viene tenuto in considerazione dagli esperti è quello tecnologico, che viene spesso utilizzato nel miglioramento del campo della medicina. 

Naturalmente, le variazioni ed i mutamenti a cui le azioni quotate in Borsa sono soggette sono più frequenti di quanto atteso. Per questo motivo, usufruire di strumenti come il calendario economico disponibile su FP Markets (raggiungi qui la piattaforma) è l’ideale per restare aggiornati sulle ultime di mercato e scegliere con criterio su quali azioni investire.

Trading azioni: da dove iniziare?

Per iniziare ad investire in azioni bisogna innanzitutto seguire un percorso che aiuta a capire quali possano essere le migliori opportunità di guadagno. Abbiamo raccolto un elenco con i 5 passaggi da considerare quando si ha l’intenzione di fare trading azioni.

Ciascun passaggio mira alla riduzione finale dei rischi totali sugli investimenti da voler effettuare. Certo, questo non significa che non si potranno verificare problemi ed eventuali perdite proprio perché il mercato azionario non è una scienza esatta, ma è pur sempre importante fare il possibile per proteggersi da eventuali pericoli e coprire il capitale investito.

Vediamo quali sono i 5 passaggi per iniziare ad investire in azioni:

  1. Individuare le azioni su cui fare trading;
  2. Studiare con costanza l’andamento del mercato;
  3. Limitare i rischi;
  4. Scegliere una buona strategia;
  5. Utilizzare strumenti di gestione del rischio.

Di seguito, è possibile scoprire nel dettaglio come iniziare ad investire in azioni in maniera consapevole pur essendo dei trader ancora alle prime esperienze.

Individuare le azioni su cui fare trading

Alla base di un buon investimento c’è sempre la costruzione di un portafoglio (wallet) che abbia differenti titoli azionari al suo interno. Quindi, il portafoglio è l’insieme degli asset che il trader ha scelto per fare trading. Questo contenitore deve essere ben strutturato e deve seguire criteri ben precisi.

Per costruire un buon wallet è importante scegliere titoli differenti tra loro per ottenere una strategia di diversificazione ben formata, che garantisca l’alleggerimento delle oscillazioni negative dei mercati azionari. Questa rappresenta la base del trading consapevole; ecco perché consigliamo di iniziare investendo dai 5 agli 8 titoli azionari (selezionati in base alla propria propensione al rischio, alle strategie scelte e al capitale di partenza).

Studiare con costanza l’andamento del mercato

Il secondo passaggio per iniziare ad investire in azioni è quello legato allo studio specifico dell’asset, tramite l’analisi tecnica e l’analisi fondamentale (Stock Analysis). Si tratta di veri e propri ricerche sul titolo scelto che hanno come finalità la valutazione e il livello di opportunità dell’investimento.  Queste due tecniche sono utili a capire come e quando investire in azioni.

L’analisi fondamentale è in sostanza la previsione sulle variabili economiche che hanno influenza sul valore del titolo preso in esame. I principali dati per fare l’analisi fondamentale vengono presi da macro aree come il PIL, l’andamento del tasso d’inflazione e la solidità patrimoniale della società.

L’analisi tecnica viene fatta attraverso grafici che osservano l’andamento dei prezzi e le statistiche di mercato. Lo studio degli asset con questa metodologia avviene prevalentemente con indicatori finanziari che aiutano l’investitore a sintetizzare numerosi dati e di conseguenza ad utilizzare il tempo della ricerca.

Quale delle due preferire? In realtà, per la scelta e lo studio di un titolo finanziario il consiglio maggiormente diffuso dagli esperti del settore è di integrare entrambe le tipologie di analisi, poiché queste offrono una visione più chiara ed esaustiva di come l’asset potrebbe comportarsi sul mercato.

Limitare i rischi di ogni posizione

Questo breve paragrafo è rivolto soprattutto ai trader principianti che hanno intenzione di investire il proprio denaro sul mercato azionario. La regola da seguire è sempre quella di limitare i rischi di ogni operazione, perché troppo spesso ci si fa ammaliare dal guadagno facile senza pensare alle perdite.

Fare trading consapevole è l’unico modo per avere i benefici dal mercato azionario e non perdere tutto il capitale fin dalle primissime operazioni. Ogni trader deve mettere in preventivo una certa quantità di operazioni negative. La soluzione ideale è capire il proprio potenziale nel fare trading azioni, la quantità del capitale da investire e fare uno studio su questi elementi. 

L’investitore esordiente ha a disposizione una serie di strumenti e strategie che aiutano a limitare i rischi, in modo da poter continuare a fare investimenti anche dopo aver subito delle perdite. Vediamo nel dettaglio quali sono le migliori strategie per limitare il livello di rischio, e quali strumenti utilizzare per fare trading in una maniera consapevole. 

Scegliere una buona strategia di trading azionario

Abbiamo detto che scegliere una buona strategia è molto importante se si vogliono avere benefici e limitare il rischio. Abbiamo riportato le 3 strategie che riteniamo essere tra le più efficaci per iniziare ad avere benefici da subito, vediamo quali sono:

Tabella informazioni generali sulle 3 strategie per investimenti su azioni:

  🚀​Strategia 😬​ Livello di rischio  🏦​Tipologia titoli  🧑‍💻​Consigliata
Intraday      Medio/Alto          VolatiliEsperto
Value Investing          MedioAzioni dal valore      sottostimatoPrincipiante-Esperto
Copy Trading          Basso        QualsiasiPrincipiante
Strategie per investire in azioni

Adottare una strategia Intraday significa acquistare e vendere un’azione nel corso di una singola giornata di trading. Quindi è una tecnica che si caratterizza su posizione nel breve termine, a volte si tratta di alcune ore o minuti addirittura. Fare investimenti di questo tipo è rischioso a causa dell’alta volatilità del mercato, per questo motivo è consigliato ad un livello di trader considerato esperto.

Value Investing è la strategia in cui l’investitore decide di fare trading sui titoli considerati con un prezzo inferiore a quello di mercato. Per beneficiare di buoni risultati con questa tecnica bisogna avere pazienza ed essere molto scrupolosi, perché è possibile dover aspettare molto tempo per vedere i risultati.

Infine, il Copy Trading (qui maggiori infogratuitamente proposto da eToro qui) è la strategia più adatta all’investitore principiante, perché si tratta di copiare automaticamente ogni operazione eseguita da un altro trader sul proprio conto personale. A ciò, consegue la possibilità di incrementare immediatamente il proprio capitale e, soprattutto, di capire come investire in azioni osservando come agiscono i più esperti sul campo.

Utilizzare strumenti gestione del rischio

Abbiamo scritto nel paragrafo dedicato alla valutazione del rischio, quanto sia importante utilizzare strumenti per diminuire le perdite quando si fanno investimenti su azioni come gli Stop Loss, Take Profit, Trailing Stop e strategie di lungo periodo. Ora vogliamo approfondire un’altra situazione altrettanto importante che può aiutare a capire il livello di rischio quando si verifica, ovvero la fase dell’orso (Bear Market).

La fase dell’orso rappresenta quel lasso di tempo di ribasso dei prezzi dove sono gli investitori a beneficiare di queste flessioni. In questo periodo di calo e di previsioni pessimistiche è molto importante gestire attentamente il rischio quando si fa trading azioni CFD e DMA. 

Per fare un esempio, solo pochi mesi fa il NASDAQ di New York ha subito una perdita di circa 4,8 punti percentuali creando il panico tra molti investitori. In fasi come questa l’investitore deve correre ai ripari impostando gli strumenti di gestione del rischio citati in questa guida, per evitare grosse perdite di denaro.

Come imparare ad investire in azioni 

Oggigiorno sono numerose le possibilità per aumentare il proprio livello di trading su azioni rispetto a qualche anno fa. La grande espansione del trading ha portato con sé numerosi contenuti sia in formato cartaceo, sia nelle versioni online. La nostra redazione consiglia di rivolgersi solamente ai professionisti del mercato azionario, e di evitare gli individui che vendono corsi o strategie promettendo facili guadagni con poco sforzo da parte del trader. 

Un corso da tenere in considerazione per imparare ad investire è quello proposto da Capital.com (sito ufficiale qui), ormai apprezzato da moltissimi investitori per il modo semplice in cui vengono spiegati i vari argomenti del mercato azionario, nonché per la completezza delle lezioni gratuitamente proposte.

Inoltre, è possibile imparare ad investire in azioni sfruttando il servizio di Coaching individuale di Trade.com: un percorso didattico realizzato su misura per le proprie esigenze e il supporto costante di un esperto è sicuramente il punto di partenza ideale per affermarsi nel campo degli investimenti azionari.

Quanto si guadagna con le Azioni?

“Quanto si guadagna investendo in azioni?” Questa è sicuramente la domanda più comune tra i trader di tutto il mondo. Per poter dare una risposta il più veritiera possibile, bisogna considerare alcuni fattori come:

  • Quanto denaro si investe;
  • Il livello del rischio dell’operazione;
  • La frequenza nel fare trading azioni;
  • Lunghezza periodo dell’investimento.

Una volta presi in considerazione questi elementi, è possibile fare una stima di guadagno. Chiaramente la prima voce dell’elenco è quella più importante, ovvero quella che riguarda il capitale investito nell’operazione. 

Rapporto tra i profitti aziendali e crescita del valore azionario delle società dal 1990 al 2020
Rapporto tra i profitti aziendali e crescita del valore azionario delle società dal 1990 al 2020

Quando si investe molto anche l’eventuale guadagno sarà proporzionato al valore impiegato, ma inevitabilmente anche le perdite saranno cospicue. Per evitare di iniziare a fare trading azioni con grandi somme è possibile aprire un conto con il broker eToro che permette di investire in azioni partendo da un deposito di soli 50€. Questo, è un vantaggio che è molto apprezzato dai trader che non hanno dimestichezza nel mondo degli investimenti, perché permette di fare esperienza sul mercato azionario senza sborsare grandi somme.  

La seconda voce è il livello di rischio dell’operazione, ovvero più il rischio sarà alto, più il guadagno sarà ingente. Anche in questo caso il rischio va a braccetto con guadagni e perdite. Per diminuire il pericolo consigliamo di utilizzare gli strumenti di gestione del rischio che aiutano ad arginare le perdite. 

Il broker Trade.com (qui per il sito ufficiale) dispone dei migliori strumenti di gestione del rischio del panorama finanziario. Gli Stop Loss e Take Profit forniti da Trade.com sono facili da utilizzare, ma allo stesso tempo garantiscono un livello di qualità elevato.

Per finire, ricordiamo che maggiori sono le operazioni fatte e maggiori sono le possibilità di guadagno, senza dimenticare che l’orizzonte temporale lungo riduce i rischi dell’investimento.

Investire in azioni: oggi conviene?

Investire in azioni è sempre stato il modo più conveniente se paragonato ad altri mercati finanziari. Noi di InvestireinBorsa.net siamo convinti che il mercato azionario, ampio e variegato come appare oggi, può offrire ancora interessanti occasioni di profitto. Come abbiamo già scritto, in ogni caso fare investimenti comporta il dover affrontare dei rischi, che se ben calcolati possono essere gestiti senza grandi problemi.

oggi conviene investire in azioni
Azioni: investire oggi conviene?

Il fattore più complicato, senza dubbio, riguarda la scelta dei giusti titoli che possano dare benefici al trader. Tuttavia, una volta aver affrontato il giusto periodo di preparazione e aver chiarito i propri obiettivi, l’analisi del mercato e la conseguente valutazione delle azioni apparirà un processo molto più semplice e scorrevole.

Perciò, è giunto il momento di mettere sulla bilancia i PRO e CONTRO di investire in azioni, in modo da capire meglio quanto convenga veramente investire oggigiorno sui mercati azionari.

Perché investire in azioni? PRO e CONTRO degli investimenti azionari

Abbiamo fatto una cernita dei PRO e CONTRO del trading su azioni, e possiamo dire che i vantaggi sono superiori agli svantaggi. Nella tabella sottostante sono descritte le motivazioni delle nostre scelte, in questo modo ogni lettore può decidere se convenga o meno fare trading azioni in base alle proprie esigenze.

Tabella riassuntiva pro e contro degli investimenti azionari:

👍🏼​Pro  👎🏼Contro
Rendimenti elevati rispetto altri mercatiRischio bancarotta società
DividendiCosti elevati con banche e SIM
Costi minimi con il trading online
Ampia scelta titoli
Vendita e cessione titolo in qualsiasi momento
Investire in azioni conviene? PRO e CONTRO

Alla luce delle informazioni riportate in tabella è possibile valutare quanto sia vantaggioso investire in azioni. Riteniamo che gli svantaggi siano tutto sommato controllabili, soprattutto per quanto riguarda il tema dei costi da affrontare sul trading azioni. 

Come abbiamo scritto in precedenza, è possibile evitare fastidiosi addebiti di costi inutili affidandosi ai broker di trading online su azioni che non applicano oneri a differenza degli istituti bancari e delle Società di Intermediazione Mobiliare (SIM).

Considerazioni finali

Siamo giunti all’ultimo paragrafo di questa guida su come investire in azioni e su tutte le informazioni più importanti da conoscere quando si fa trading in questo mercato. In primo luogo ricordiamo che il trading azioni non è un modo per fare soldi semplici, ma un sistema che se usato con criterio può far raggiungere ottimi obiettivi anche agli investitori meno esperti. 

Il mercato azionario permette di beneficiare sia dal valore di un azione, sia con i dividendi; una caratteristica che gli altri mercati finanziari non offrono. Come abbiamo descritto nel corso di questa guida ci sono fattori da conoscere e da valutare molto attentamente prima di iniziare a fare gli investimenti su azioni.

È altrettanto importante scegliere il miglior metodo per investire in azioni, al fine di evitare di sobbarcarsi spese e commissioni o addirittura truffe finanziarie che possono essere evitabili con una semplice ricerca sul web. Per questo motivo consigliamo di utilizzare le piattaforme di trading online che vengono offerte dai broker professionisti e che sono tutelate dagli organi preposti al controllo. 

FAQ Investire in azioni: domande e risposte frequenti

Cosa vuol dire investire in azioni?

Investire in azioni significa acquistare/vendere una o più parti di una determinata società che mette a disposizione le proprie quote.

Come posso imparare ad investire sulle azioni?

 Per investire in azioni le piattaforme che offrono i migliori vantaggi sul trading azioni sono state citate nel corso della guida, come ad esempio Trade.com (sito ufficiale qui).

Quali sono i vantaggi del trading online sulle azioni?

Tra i vantaggi di investire in azioni facendo trading online, ci sono commissioni contenute rispetto ai metodi tradizionali, modalità CFD, DMA, conto demo gratuito, supporto 24H, investimenti con somme minime, formazione per il trader.

DISCLAIMER*:I CFD sono strumenti complessi e il loro uso comporta un alto rischio di perdere denaro a causa del leverage. Il 77% dei trader retail perde denaro quando usa i CFD con questo provider. Prima di investire valuta il tuo grado di competenza nell’uso di CFD e se puoi permetterti il rischio di perdere il tuo capitale investito.

Lascia un commento