Nozioni di Base sul Trading di Opzioni Binarie: Scegliere tra Put o Call

Il trading di opzioni binarie è molto diverso dagli altri tipi di trading di mercato, questo però non significa che non ci siano possibilità di avere successo o di farci parecchi soldi. Una volta imparato, noterai che piazzare i trade di opzioni binarie in realtà è molto più semplice (anche come possibilità di vincere) rispetto a diversi altri tipi di scambio.

Sono diversi i vantaggi del trading con le opzioni binarie. Per esempio non ci sono vie di mezzo nei pagamenti; o guadagni sul trade, o ci perdi. L’altra cosa davvero bella del trading di opzioni binarie è che saprai già quanto ci andrai a vincere o perdere, anche prima di piazzare il trade.

Vi sono tanti tipi di analisi statistiche e altri elementi a giocare un ruolo nelle opzioni binarie, che ti indurranno a piazzare opzioni di put o call nei tuoi trade. Tutti i trade di opzioni binarie sono in qualche modo legati al movimento dei prezzi dei beni di valore. Se piazzi un’opzione put stai prevedendo un calo dei prezzi, mentre con la call si prevede l’aumento del prezzo di un bene.

Per trarre un profitto dai trade sulle opzioni binarie, il bene trattato dovrà essere superiore al prezzo di esercizio in un’opzione call, o al di sotto con la put, al momento della scadenza delle opzioni.

È per questo che è importante prevedere con precisione le condizioni o le tendenze del mercato se si effettuano questi trade. Si dice che il mercato sia rialzista (bullish) se il sentimento prevalente degli investitori è favorevole agli acquisti, e quando ciò accade, gli investitori penseranno che il mercato continuerà a salire. In condizioni al ribasso (bearish) è vero il contrario; gli investitori riterranno sfavorevole un mercato in quando i prezzi saranno in calo.

Il trading di opzioni binarie sta diventando molto conosciuto perché gli investitori possono trarne un profitto, sia dal calo che dall’aumento dei prezzi di mercato.

Abbiamo detto che l’analisi tecnica gioca un ruolo importante nel determinare come piazzare i trade di opzioni binarie. Sono pochissimi i trader in grado di avere successo nel trading di opzioni binarie senza fare almeno una piccola analisi statistica. Quest’ultima è la chiave per prevedere i punti di ingresso nel trading, e le performance dei prezzi nel tempo. Se noti che le tendenze dei prezzi sono forti in entrambe le direzioni, non dovresti avere problemi nel scegliere i trade giusti. Se invece manca una forte tendenza dei prezzi verso una o entrambe le direzioni, allora dovrai fare i tuoi trade osservando più da vicino l’andamento storico dei movimenti dei prezzi.

Col trading di opzioni binarie, inoltre, dovrai anche considerare attentamente cosa entra in gioco nel calcolo del tempo di scadenza. Di solito si usano i dati sui prezzi recenti con trade dai tempi di scadenza più brevi, utilizzando invece le performance dei beni trattati quando si effettuano trade con tempi di scadenza più lunghi. L’analisi statistica ti mostrerà gli estremi nei prezzi di un bene entro un determinato periodo di tempo. Sebbene lo stesso “asset” possa andare al di sopra o sotto questi alti e bassi analitici, molto probabilmente i prezzi rimarranno entro questi limiti.

I trader più esperti presumono che se il prezzo di un bene trattato si avvicina a un limite statistico, l’evento successivo più probabile nel breve termine sarà un’inversione di tendenza. Spesso sarà a questo punto, o non appena ci si avvicina, il buon momento per piazzare le opzioni put o call. In quelle rare occasioni in cui prevedi che il prezzo di un bene esca fuori dai “confini”, potresti comunque fare un trade proficuo, ma sappi che è molto più difficile prevederlo, ed è davvero poco usuale che il prezzo non rimanga entro i suoi limiti.

Una cosa importante da notare è che non si dovrebbe mai piazzare un’opzione put o call solo basandosi su semplici congetture. Se fosse questo il tuo caso, e ti mancassero delle prove concrete per piazzare un buon trade, faresti bene a lasciar semplicemente perdere gli scambi su quel bene e passare ad altro.

Comments are closed.