La regolamentazione a venire dei broker di opzioni binarie

Forse voi non lo sapete ma fino ad oggi c’è stato una specie di vuoto giuridico per quanto riguarda il trading di opzioni binarie.In effetti i broker e i mediatori on line specializzati in queste opzioni non potevano essere regolamentati dalle autorità europee perché queste ultime non riconoscevano uno statuto particolare a questo strumento finanziario. Ma tra pochissimo, come è stato annunciato dalla Cysec, la situazione delle opzioni binarie verrà regolarizzata. Per saperne di più su questo cambiamento che ci riguarda tutti e sulle sue conseguenze dirette, ecco delle spiegazioni dettagliate di questa grande novità.

L’annuncio fatto dalla Cysec a proposito della regolamentazione delle opzioni binarie.

Dobbiamo dunque prepararci ad un grande cambiamento che ci attende tra pochissimo nel settore delle opzioni binarie. La regolamentazione di questi strumenti finanziari in Europa dovrebbe a brevissimo applicarsi a tutti i broker specializzati che propongono questo tipo di trading nei paesi membri dell’Unione Europea.

Il 3 maggio scorso, la CySec, che è l’organismo europeo con sede a Cipro incaricato di regolare e sorvegliare i mercati finanziari, ha annunciato che, dopo averne discusso con la Commissione Europea la quale ha dato il suo accordo di principio, avrebbe considerato ormai le opzioni binarie come degli strumenti finanziari allo stesso titolo degli altri contratti che permettono di investire e di speculare su degli attivi soggiacenti e sull’evoluzione del loro valore.

Questa notizia metterà dunque un punto finale al vuoto giuridico che regna sulle opzioni binarie fin dalla loro creazione, sia sul piano fiscale che sul piano della forma giuridica di queste società di mediazione.

La legge che permetterà di gestire le opzioni binarie e i mediatori che le propongono, è la legge sui Servizi e le  Attività di Investimento sui Mercati Finanziari che è stata redatta nel 2007 e rivista nel 2009. Questa legge assicurerà la sorveglianza dei broker e integrerà le opzioni binarie nella lista degli strumenti finanziari.

Conseguenze della regolamentazione delle opzioni binarie.

Le conseguenze di questa nuova integrazione legale delle opzioni binarie in quanto strumenti finanziari riconosciuti dalla legge, sono numerose. Si tratta soprattutto di una buona notizia per i trader che utilizzano queste opzioni on line. In effetti fino ad oggi nessun organismo legale riconosceva questi strumenti finanziari e i trader privati non erano, quindi, protetti in caso di controversia con il loro mediatore. Il livello di sicurezza delle piattaforme di trading on line non era sottoposto ad alcun controllo particolare, anche se i broker seri si adoperavano per rispondere alle esigenze dei loro clienti in questi termini.

Per i broker questa regolamentazione è ugualmente interessante perché, “legalizzando” le opzioni binarie, gli investitori privati che utilizzano questo strumento saranno rassicurati e quindi affluiranno più numerosi sulle piattaforme on line. 

Questa regolamentazione interviene alcuni mesi dopo l’apparizione di broker le cui  pratiche erano a dir poco penalizzanti per i loro clienti e offuscavano l’immagine delle opzioni binarie che sono invece, quando ben gestite, uno strumento di qualità per ottenere profitti rapidi e significativi. Questi broker non abbastanza seri saranno quindi penalizzati e solo i broker che ottengono la regolarizzazione della CySec potranno proporre i loro servizi ai cittadini europei.

Per ottenere questa regolarizzazione, i mediatori di opzioni binarie dovranno depositare un dossier presso questo organismo e aderire al quadro normativo messo in opera per garantire la sicurezza dei clienti. È la CySec che deciderà poi se dare o meno il suo riconoscimento al mediatore interessato.

Dopo questo annuncio, alcuni mediatori hanno già depositato dei dossier e alcuni sono stati regolarizzati.

Sul piano fiscale, gli introiti provenienti dalle opzioni binarie saranno sottoposti a imposizione con lo stesso regime degli altri strumenti finanziari.

 

Luca C.

Maggiori info

Sono Luca Carli , autore e coautore di investireinborsa.net . Laureato in Economia e Commercio , mi dedico da ormai 10 anni a news finanziarie e a portali relazionati con i mercati . Cerco sempre di portare notizie fresche e offrire ai miei lettori contenuti originali e aggiornati sul mondo finanziario , con un occhio di riguardo per i nuovi investimenti .

Leggi articolo - Visita Sito Web

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.